Locazione e manutenzione: chi paga? Inquilino o proprietario?

Quando si prende una casa in affitto vi sono degli obblighi che vanno oltre il pagamento regolare del canone di locazione.

Sei in casa in affitto e devi cambiare la serratura? chi paga?

Se, infatti, il proprietario ha l’obbligo di consegnare all’inquilino un immobile in buono stato di manutenzione, l’inquilino dovrà provvedere alle spese condominiali e delle cosiddette piccole riparazioni. 

serratura casa in affitto

sostituzione serratura casa in affitto

Sono sempre più frequenti i disguidi tra proprietario e inquilino, i quali si interrogano su chi debba accollarsi determinate spese relative alla casa in affitto. 

Tra queste, anche quelle riguardanti l’ingresso all’immobile ed è per tale motivo che ti stai chiedendo, chi paga le spese di riparazione della porta: inquilino o proprietario? 

Ma facciamo un passo indietro:

Per prima cosa è necessario leggere il contratto di affitto. Questo, infatti, può stabilire qualsiasi ripartizione tra inquilino e proprietario. Se però il contratto non stabilisce nulla o si limita a riportare gli articoli del codice civile (come spesso succede), si prevede che le spese di manutenzione straordinaria ricadano sul proprietario dell’immobile, mentre quelle di manutenzione ordinaria sull’inquilino. 

Lavori di manutenzione straordinaria:

  • sostituzione degli infissi di forme e misure diverse
  • Conversione serratura doppia mappa europea
  • sostituzione sanitari e ristrutturazione servizi igienici
  • realizzazione opere strutturali di pertinenza
  • sostituzione caldaia
  • rifacimento scale recinzioni, muri di cinta e cancellate
  • tramezzi
  • interventi strutturali
  • consolidamento strutturale e fondazioni

Lavori di manutenzione ordinaria:

  • opere di riparazione
  • finiture
  • efficientamento dell’impiantistica
  • tinteggiatura
  • verniciatura di porte e garage
  • rivestimenti interni ed esterni
  • scale retrattili
  • sistemazione comignoli e impianti per l’estrazione del fumo
  • sostituzione di elementi tecnologici obsoleti per ascensori
  • impermeabilizzazioni tetti e terrazze
  • sostituzione grondaie e pluviali
  • riparazione ringhiere e parapetti
  • sostituzione persiane mantenendo caratteristiche preesistenti

L’art. 1576 c.c prevede, infatti, in linea generale che “il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore. Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore”.                                                   

L’obbligo a carico del locatore, ossia il proprietario dell’immobile, tuttavia, non sussiste se si tratta di riparazioni causate dal conduttore.

Si ricorda, inoltre, che nel caso l’inquilino sia costretto ad accollarsi spese per riparazioni urgenti, che dovrebbero essere a carico del locatore, può chiedere il relativo rimborso a quest’ultimo, a patto di una comunicazione immediata dei costi sostenuti.

Quindi “chi paga le spese di riparazione della porta: inquilino o proprietario?  

Questa tipo di riparazione può rientrare nei lavori di manutenzione straordinaria come nei lavori di manutenzione ordinaria. Dipende dal caso specifico.

  • Se, infatti, si tratta di riparazioni causate dall’inquilino, come  l’apertura di una porta causa dimenticanza o smarrimento delle chiavi, dovrà essere quest’ultimo a provvedere alle spese.    
  • Caso contrario in cui le riparazioni dipendono da altri fattori, come l’usura causata da serratura di vecchia data, le spese dovranno essere sostenute dal proprietario. 

Se hai problemi alla tua serratura e sei in affitto, parla con il tuo proprietario ed eventualmente contattaci.

Pubblicato in blog

Conversione da doppia mappa a cilindro europeo

Conversione da doppia mappa a cilindro europeo ecco perché farla e quanto costa

Sicuramente se sei atterrato in questo articolo è perché hai sentito parlare che la tua serratura doppia mappa non è più sicura e vorresti capire come mai. Forse hai dei dubbi delle differenze che ci possono essere tra una serratura e l’altra. Quindi, andiamo insieme a scoprire di cosa si tratta e perché fare una conversione da doppia mappa a cilindro europeo sarebbe la cosa migliore.
Per prima cosa ti posso dire che se al momento hai una serratura doppia mappa installata nella tua porta, sopratutto se sprovvista anche di defender, un malintenzionato potrebbe aprirla senza problemi in qualche secondo. Perciò la tua casa non è al sicuro con una serratura a doppia mappa.

Conversione da doppia mappa a cilindro europeo: Perché fare?

La serratura a doppia mappa è una delle più vecchie serrature per porta blindata, alla sua origine è stato un grande cambiamento e ha dato una svolta nel mondo delle serrature di sicurezza. È quella serratura dotata di una chiave lunga con una specie di “farfalla” alla fine che sarebbe la mappatura della chiave, fatta da questi dentelli che cambiano altezza e forma.
La doppia mappa funziona all’interno con delle piastre sovrapposte che vengono spostate conforme la mappa della chiave, che in questo caso è doppia, da un lato e dall’altro.
Purtroppo, con il tempo hanno trovato un modo per aprirla in meno di un minuto senza scassarla, e questo attrezzo è in commercio e in modo accessibile a chiunque. Funziona così:

  • Inseriscono questa chiave “bulgara” all’interno dell’entrata della chiave
  • Questa chiave, chiamata chiave “bulgara” riproduce la mappatura della chiave originale
  • Questo permette di aprire la serratura a doppia mappa senza sforzarla e senza bucare.

Ed è per questo che noi consigliamo vivamente di sostituirla con una serratura a cilindro europeo.

fabbro conversione serratura doppia mappa europea

fabbro conversione serratura doppia mappa europea

Conversione da doppia mappa a cilindro europeo: Quanto costa?

Per conoscere il prezzo di un servizio di trasformazione da doppia mappa a cilindro europeo sarebbe più opportuno richiedere un sopralluogo, visto che per valutare la situazione è necessario:

  • Sapere di che serratura di tratta
  • Le entrate della porta
  • Se si tratta di una porta blindata o una porta in legno
  • Il marchio della serratura: ci sono marchi che hanno dei costi altissimi e altri molto
  • più accessibili, così come per tutte le cose.
  • La sicurezza che aspetti: cilindro di media o alta sicurezza
  • Se vuoi un cilindro frizionato
  • Se vorrai aggiungere un defender magnetico

Comunque, possiamo dire che i prezzi variano, ma partono dai 420 euro in su, solitamente, con il lavoro del tecnico + la fornitura del materiale. Certamente i prezzi saranno da aggiungere l’iva. ricordiamoci che qui non si parla di pronto intervento, ma si di un intervento programmato. I costi del pronto intervento di solito sono più alti, visto l’emergenza.
Per finalizzare direi che se hai deciso di sostituire la vecchia serratura a doppia mappa con una a cilindro europeo, con chiavi codificate e tessera di proprietà, potete contattarci, siamo disponibili a per un sopralluogo o direttamente un intervento immediato. Non esitare a chiamarci se hai bisogno di più informazioni.

Pubblicato in blog